Recensioni · Segnalazioni · Senza categoria

Review Party : ” La vita invisibile di Addie La Rue” Di V.E. Schwab

Buongiorno lettori e lettrici,
Oggi scrivo di un libro che mi ha colpita particolarmente, leggete tutto l’articolo per scoprire il perchè.

Presentazione libro

Titolo: La vita invisibile di Addie LaRue
Autore: V.E. Schwab
Editore: Mondadori
Data pubblicazione: 24  Novembre 2020
Genere: FANTASY
Pagine: 492
Formato: digitale (euro 10,99) cartaceo (euro 25,00)
“Non pregare mai gli dèi che sono in ascolto dopo il tramonto.”. E se potessi vivere per sempre, ma della tua vita non rimanesse traccia perché nessuna delle persone che incontri può ricordarsi di te? Nel 1714, Adeline LaRue incontra uno sconosciuto e commette un terribile errore: sceglie l’immortalità senza rendersi conto che si sta condannando alla solitudine eterna. Tre secoli di storia, di storie, di amore, di arte, di guerra, di dolore, della solennità dei grandi momenti e della magia di quelli piccoli. Tre secoli per scegliere, anno dopo anno, di tenersi stretta la propria anima. Fino a quando, in una piccola libreria, Addie trova qualcuno che ricorda il suo nome. Nella tradizione di “Vita dopo vita” e “La moglie dell’uomo che viaggiava nel tempo”, “La vita invisibile di Addie LaRue” si candida a divenire una pietra miliare nel genere del “romanzo faustiano”.

Recensione

Iniziamo subito dicendo e presentando la nostra Addie o dovrei chiamarla con il suo vero nome, cioè : Adaline La Rue, Nata esattamente nel 1700…
Ma cosa ci fa una ragazza nel 2014?
Tutta colpa di un desiderio, sapete i desideri non vanno mai espressi con facilità o a cuor leggero, invece bisogna sempre pensarci davvero bene a quel che si dice o si chiede, oppure evitate direttamente, ma Addie questo non l’aveva capito.
Non doveva mai pregare i dei dopo il tramonto ma lei disperata da un matrimonio non voluto decide di richiamare a sè gli dei, sperando che la sua richiesta sia esaudita.

Gli antichi dèi saranno pure grandiosi, ma non sono clementi né magnanimi. Sono capricciosi, mutevoli come il riflesso della luna sull’acqua, o come ombre nel cuore di una tempesta. Se ti ostini a invocar- li, fa’ attenzione: bada bene alle tue richieste, sii pronta a pagarne il prezzo. E per quanto impaziente e disperata, non pregare mai gli dèi che sono in ascolto dopo il tramonto.


E’ così ben presto conobbe Luc, un uomo o per meglio dire, un Dio, pronto ad ascoltarla, chiedendo più tempo, ma non si spiegò bene e Luc ingannandola gli diede semplicemente l’immortalità in cambio della sua anima, ma le clausole di questo contratto non erano ben specificate, infatti Addie avrà il suo tempo ma nessuno si ricorderà più di lei, che vita è senza lasciare un ricordo?Da qui partono le sue mille avventure, anche in giro per il mondo conoscendo le meraviglie e gli orrori che esso nasconde, ne passerà davvero tante, altre più divertenti e altre molto meno, verrà disegnata e ammirata, e solo così potrà lasciare impresso un ricordo, Luc invece l’osserva sempre da lontano come un’ eterna lotta aspettando che lei ceda e gli dia la sua anima, ma via via nel tempo anche questo cambierà, non sarà più il bisogno di aver quell’anima in più ma sarà il bisogno di averla con sè, di renderla sua.

Trecento anni, e nessuno che le abbia mai pronunciate, nessuno che l’abbia mai e poi mai ricordata. Vorrebbe strattonarlo per la manica, tirarselo più vicino, sapere perché, come, che cos’ha di tanto speciale un commesso di libreria, ma il tizio con il volume di storia militare e il figlio avvinghiato alla gamba è in attesa di pagare, il ragazzo la fissa torvo dietro il suo paio d’occhiali e tutto va per il verso sbagliato. Si aggrappa al bancone, sentendosi sul punto di svenire. Lo sguardo del giovane si ingentilisce appena.

Ma tutto questo cambia quando conosce finalmente un ragazzo che la vede per davvero, un ragazzo che pronuncia il suo nome dopo tanti anni, un ragazzo che si ricorda di lei, Addie La Rue, sente il cuore che scoppia i suoi occhi cambiano e finalmente non si sente sola, ma perchè quel ragazzo non si dimentica di lei?


Cari lettori non dirò nulla, tengo le mani ben cucite lontane dalla tastiera nel dirvi di più, non voglio dire assolutamente altro, dovete godervelo questo libro, dal retro gusto amaro, non è una storia facile, sappiatelo ma dona quel senso di vissuto quell’amore mancato giorno dopo giorno, è un libro che dev’ esser assaporato pagina dopo pagina, non bisogna tralasciare nulla e la scrittrice ci fa catapultare direttamente dentro al suo affascinante mondo, è davvero un libro meraviglioso per niente scontato, io vi dirò che ho pianto per il finale, ma forse non tutti adoreranno questa storia frastagliata e malinconica.

«Nient’affatto» scatta lui. «L’ho fatto per aprirti gli occhi. Per aiutarti a capire. Tieni gli esseri umani su un tale piedistallo, ma sono scialbi, fugaci, e lo stesso vale per il loro amore. Così superficiale e passeggero. Tu desideri l’amore umano, ma non sei umana, Adeline. Non lo sei più da secoli, ormai. Non c’entri niente con loro. Il tuo posto è con me.»

Non perdete le prossime recensioni.
Un abbraccio.

Volpe.

2 pensieri riguardo “Review Party : ” La vita invisibile di Addie La Rue” Di V.E. Schwab

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...