Recensioni · Segnalazioni

Review Party : Gallant, di V. E. Schwab

Buongiorno lettori e lettrici.

Eccoci aancora!

In questo magico mondo di Gallant, ma cos’รจ? Venitelo a scoprire nella nuova recensione!

Presentazione del libro

Autore: V. E. Schwab

Casa editrice: Mondadori

Numero di pagine: 360

Le ombre non sono vere. I sogni non ti faranno del male. E tu sarai al sicuro fin quando ti terrai lontana da Gallant. Per tutta la vita Olivia Prior, cresciuta nel tetro Collegio per ragazze indipendenti Merilance, si รจ chiesta chi sia davvero e a quale luogo appartenga. Ha un unico indizio per scoprirlo: un quadernino malconcio dalla copertina verde. รˆ il diario della madre, pieno di enigmatiche frasi che sembrano indovinelli (e che mostrano la sua discesa nella follia) e disegni che paiono semplici macchie d’inchiostroโ€ฆ Ma un giorno arriva una lettera, che la richiama a casa, a Gallant. Proprio il luogo da cui il diario materno l’ha messa in guardia. E Olivia, senza pensarci due volte, parte. Qui trova il suo ultimo parente in vita e la dimora di famiglia. Un palazzo sontuoso con una sala da ballo, uno studio che custodisce una misteriosa scultura e un grande giardino rigoglioso. E, nel giardino, un muro diroccato con una porta di ferro. Una porta che Olivia non dovrร  mai e poi mai aprire. Tuttavia, nessuno da Gallant le ha spedito quella lettera. Nessuno le racconterร  cosa tormenta i sogni del cugino, cos’รจ successo alla madre, o cosa la attende dall’altra parte del muro. Sono state le ombre a ricondurre Olivia a Gallant? E cosa vorranno in cambio?

Recensione

โ€œTroppo a lungo Gallant รจ stato una semplice parola, lโ€™ultima che sua madre avesse mai scritto. Ora Olivia ha scoperto che รจ un luogo, quello in cui si trova, e se davvero sarร  costretta a sloggiare lโ€™indomani, beโ€™, allora ha intenzione di esplorarlo piรน che puรฒ. Di apprendere la fisionomia della casa dove aveva vissuto sua madre, come se conoscere lโ€™una potesse aiutarla a capire meglio anche lโ€™altra.โ€

Vi pparlo di Olivia,la protagonista di questo racconto tanto oscuro quanto affascinante. Gallant รจ un luogo, dove forse Olivia si sente a casa o almeno cosรฌ poteva pensare dopo esser cresciuta in un collegio femminile, ma Gallant puรฒ esser an he un luogo pericolo, come scrive anche la madre su un vecchio diario tenuto come un tesoro da Olivia.

Lei lo guarda finchรฉ non sparisce. รˆ questo il trucco con i gul. Solleticano la tua attenzione, ma non sopportano che li guardi. Per fortuna non possono toccarla, rimugina Olivia. Una volta, in preda alla frustrazione, aveva dato uno spintone a una di loro, ma le sue dita ci erano passate dritto attraverso. Niente solletichio angoscioso sulla pelle, nรฉ il soffio di qualcosa nellโ€™aria. Allora si era sentita meglio, consapevole che la gul non era abbastanza reale, o abbastanza presente, per fare di piรน che sorridere, corrucciarsi o piantarle il muso.โ€

Non posso dirvi altro, tranne un enorme particolaritร  cioรจ che Olivia soffre di mutismo dunque il racconto sarร  pieno di particolari, descrizioni molto vivide, una storia che tocca il cuore per le varie tematiche, una storia che tiene il lettore incollato tra le pagine del libro ancora e ancora.

Devo recuperare assolutamente altro da questa autrice. Mi ha stregata con una sua scrittura, dunque miei cari lettori e lettrici recuperate questa lettura!

Un aabbraccio.

Volpe.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...