Recensioni · Segnalazioni

REVIEW PARTY โ€“ Non crescono rose allโ€™inferno โ€“ Marco Vaccher

Buongiorno lettori e lettrici,
Avete passato una bellissima estate?
Ammetto che io si, ma oltre a questo sono una dolcissima ritardataria, dunque รจ l’ora di mettersรฌ su e recuperare molte recensione, davvero molte.
Ma bando alla ciance, volevo recuperare questa recensione per parlarvi di un libro davvero molto particolare.
Prestate attenzione ….

Presentazione libro :

TRAMA

1855, Texas Orientale. A La Caridad, un paese di un centinaio di anime, nulla รจ come sembra. I quattro Padri della Cittร  che l'hanno fondata non sono uniti come danno a vedere, e gli Apache, che sonnecchiano sulle colline, aspettano solo il momento giusto per svegliarsi. 
Ma la Frontiera non puรฒ fare a meno di macchiarsi di sangue, e quando un evento inaspettato costringe la leggendaria fuorilegge Rebecca Costigan a tornare a casa, il silenzio che sorregge il paese da decenni dovrร  squarciarsi, per lasciare il posto a una veritร  dura come il piombo.

Recensione

La terra arida della La Caridad, Texas, si stente, tutto intorno al lettore da quel sapore di vecchio West. Siamo nell’anno 1855.

Iniziamo subito nel parlare di Jesse Braddock, un ex caporale rimasto infortunato, una vita solitaria la sua, va avanti di stenti e di piccole forniture donate anche dal reverendo che l’aiuta giorno per giorno, un uomo dimenticato, una cittadina tranquilla, molto pittoresca in certi versi, ma il nostro protagonista viveva la sua vita con tranquillitร , quando ad un certo punto un rumore sconosciuto dalle sue orecchie stanche lo fece risvegliare dalla sua tranquillitร  uscendo fuori di casa con il fucile ben in mano, cosรฌ tanto agitato iniziรฒ a sparare senza un motivo, uccidendo un intera famiglia.

Portato subito in cella, tutto il paese sapeva che c’era qualcosa di strano, qualcosa che di certo il vecchio non avrebbe mai fatto, ma da quel momento gli strani eventi continuarono, rovinando la vita della cittadini tranquilla, un ritorno inaspettato risveglia paura e ansia tra i cittadini, qualcuno di pericoloso era tornato…

Vi ho incuriosito vero? Ecco volevo proprio darvi un pizzico di Suspanse, ma eccomi qui a dirvi il mio pensiero sul romanzo:
Devo dire che l’autore riesce a trasporare il lettore con molta facilitร , anche se tutto sommato non รจ il genere di lettura che prediligo ma posso dire che non mi รจ affatto dispiaciuto, anzi me lo son goduta passo dopo passo. anche i personaggi sono molto dettagliati donando le giuste sfumature a tutti essi, anche se รจ facile confondersi tra gli intrecci politici, ma niente paura, tutto pian piano diventa piรน semplice e lineare.

Questo romanzo vi donerร  decisamente molta curiositร  perchรจ รจ un mix perfetto tra un giallo e un Thriller Wester, niente panico, come ho detto tutto si abbina perfettamente, dunque vi posso dire con moltissima tranquillitร  che รจ una lettura che consiglio a moltissimi lettori, con un lessico fluido che lascia andare le pagine scivolare tra le dita mentre si viene completamente assorbiti dal libro.

Un abbraccio.
Volpe.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...