Giveway! · Recensioni · Segnalazioni

Segnalazione + Intervista + Giveway! Federica Pannochia “Siamo chi eravamo”.

Buongiorno lettori e lettrici,
Oggi è un bel giorno afoso, siamo pronti a sudare nuovamente.
Ma è anche un bel giorno per questo fantastico evento.
Ringrazio Federica per avermi aiutata ad organizzare questo evento e per le copie che donerà a voi!
( Ricordo, saranno copie in digitale e i vincitori saranno solo 3)
Vi spiego tutto durante l’articolo!

Presentazione libro :

SIAMO CHI ERAVAMO 

Data di uscita: 10 giugno 2021 

ISBN: 9788855463119 

Copertina flessibile 

Pp. 361 

Descrizione 

Il passato, con i suoi errori, lascia insegnamenti sempre attuali, dai quali partire per costruire oggi una società migliore. Questa è la tesi di partenza di Siamo chi eravamo, raccolta di testimonianze che, a partire dalla storia di Anna Frank, guarda a eroi di oggi, in un viaggio formativo, educativo e umano. Chi sono le Anna Frank moderne? Che cosa abbiamo imparato dal nostro passato? E che cosa possiamo fare noi, oggi, per abbattere ogni forma di discriminazione, indifferenza, bullismo e razzismo?  Federica Pannocchia vuole dare voce a chi non ne ha una: accende così i riflettori sul dramma della Shoah tenendo un occhio puntato sul presente, incoraggiando a documentarsi e a prendere posizione. Ad accettare noi stessi e il prossimo, ad amare la vita, follemente.  

 Federica Pannocchia è nata a Livorno nel 1987. Ha già pubblicato Come lacrime nella pioggia (2014) e Quando dal cielo cadevano le stelle (Eden Editori, 2016). Nel 2015 ha fondato l’associazione di volontariato Un ponte per Anne Frank, della quale è presidentessa, partner italiano della Casa di Anna Frank di Amsterdam. Nel 2021 uscirà il cortometraggio Il nostro nome è Anna (scritto insieme a Cristiana Bertolotti e Mattia Mura).  

Intervista :

1 Cosa ti ha spinto a scrivere? E quali emozioni provi durante la scrittura?  

Ho cominciato a scrivere all’età di sette anni, sentendo dentro di me il bisogno di esternare i miei pensieri e di dare vita a dei personaggi e alle loro vicende. Tutto questo, per accendere i riflettori sui vari argomenti. Non potrei vivere senza scrivere. Scrivere fa parte di me, ma è anche un modo per stare meglio, per vivere altre esperienze e per raccontare. In genere pubblico libri che hanno dei messaggi che voglio condividere, e che attraverso la scrittura, o la lettura, possono raggiungere un numero crescente di persone e farli riflettere. Tutto questo sempre per cercare di rispondere all’odio con il bene. 


2 Quali emozioni vorresti suscitare al lettore?  

Curiosità. Voglia di saperne di più sull’argomento trattato. Voglia di fare. E tantissime emozioni che portino a far sentire vivo. 


3 Cosa intendi per le “Anna Frank moderne “? 

Sfortunatamente Anne Frank è stata vittima di discriminazione e indifferenza; è stata prima costretta a nascondersi e poi internata in un campo di sterminio nazista con l’unica colpa di essere ebrea. Ancora oggi la discriminazione, l’esclusione, il razzismo e l’indifferenza fanno parte della nostra società e in troppe parti del mondo ci sono delle Anne Frank moderne, ovvero persone che sono allontanate o emarginate senza alcuna colpa. E sono certa che ognuno di noi, nel suo piccolo, possa far qualcosa per migliorare la nostra società e per permettere a tutti quanti di sentirsi inclusi, amati e accolti. 


4 Vuoi parlarmi della tua Associazione “Un ponte per Anne Frank?  

Certo! Ho fondato la mia Associazione di volontariato Un ponte per Anne Frank nel 2014 grazie al pieno supporto di Buddy Elias (cugino di Anne Frank) e da quel giorno non mi sono più fermata. Sento dentro di me il bisogno di incoraggiare a testimoniare, a sapere e a imparare dagli errori del passato proprio per costruire oggi una società migliore. La mia Associazione è da qualche anno anche il Partner italiano della Casa/Museo di Anne Frank di Amsterdam ed è un onore immenso. Lavoro con gli studenti – recentemente con la didattica a distanza – e tutto ciò mi dà infinita speranza. Abbiamo all’attivo numerosi progetti educativi come laboratori, mostre itineranti, incontri con Sopravvissuti al dramma della Shoah… tutti programmi pensati per incoraggiare a riflettere sull’importanza di ogni nostra scelta, per aiutare il prossimo, celebrando l’unione, l’inclusione, la tolleranza e l’accettazione. 


5 Da dove è nata l’ispirazione per il tuo libro?  

È nata proprio dagli studenti. In questi anni ho incontrato moltissimi di loro e troppo spesso i giovani si sentono discriminati, allontanati ed esclusi. Ecco che ho voluto realizzare per loro un libro che fosse una sorta di viaggio da fare insieme, per riflettere, per ricordare che non sono soli e che è sempre possibile mettere una gamba davanti all’altra e uscire da una situazione difficile. Questo libro, infatti, non è mio. È nostro. È di tutti coloro che si sentono diversi, di tutti coloro che cercano di capire chi sono, che decidono di aiutare… 


6 Quali consigli vorresti dare ai lettori per aiutarti nella lotta contro le tante discriminazioni che dobbiamo affrontare ogni giorno?  

Non è mai troppo presto per far sentire la nostra voce e per prendere posizione! Ognuno di noi, nel suo piccolo, ogni singolo giorno può fare qualcosa per migliorare la nostra società e per aiutare le persone che abbiamo vicino. È fondamentale non far vincere l’indifferenza. Quando vediamo che qualcuno viene preso di mira, o quando ci troviamo davanti ad atteggiamenti che non accettiamo, non voltiamoci dall’altra parte. E, laddove necessario, chiediamo a qualcuno più grande di noi di intervenire. Siate la differenza e non l’indifferenza! Delle volte basta poco, un abbraccio, un “come stai?” o un sorriso per cambiare la giornata di una persona o addirittura la sua vita, facendola sentire inclusa e non più sola. E non c’è niente di più straordinario.

Regolamento Giveway

Ci saranno tre copie Digitali!
Dunque come si può vincere?
Semplice basta rispondere alla domanda : Come possiamo migliorare la nostra società?
I vincitori saranno i tre commenti migliori!
DURATA : La scelta del commento migliore sarà il giorno 31 Luglio

Per partecipare:

Seguirci  su Blog  : Non solo Libri
Seguirci su Instagram : Irenonsololibri https://www.instagram.com/irenonsololibri/
Seguirci su Facebook : Non solo libri https://www.facebook.com/Nonsololibriirene/?ref=pages_you_manage

Il commento scrivetelo sul blog!

Grazie mille e che vinca il migliore! 


Un saluto
Da Volpe!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...