Senza categoria

Review Party : “Respiro solo se tu” di Jennifer Niven

Buon pomeriggio, lettori e lettrici.
Ma voi scambiate i libri?
Penso che sia la cosa più bella al mondo, dare vita ad altri libri e altre letture e donare i tuoi libri ad altri, ovviamente magari quelli che non sono piaciuti o quelli ormai finiti, perchè i gusti sono diversi dunque possono esser amati e letti anche da altre persone!
Ve ne parlerò prossimamente!
Ma ora eccoci qui, vi parlo di questo libro edito dalla DeA, il nuovo libro di Jennifer Niven, mi sono documentata perchè non avevo mai letto niente di suo, so che ci sta il film tratto dal suo libro ” raccontami di un giorno perfetto, prossimamente lo vedrò!

Presentazione libro :

Prezzo: € 15,90 
Ebook: € 7,99  
Pagine: 465
Genere: Young Adult  
| Editore: De Agostini 
|  Data di pubblicazione: 13 Aprile

Trama
Manca una manciata di giorni al diploma e Claudine non vede l’ora di trasferirsi a New York per andare al college e diventare una grande scrittrice. Adesso però pensa solo a come godersi l’ultima estate con le amiche. Il viaggio della maturità, le follie, i vestiti appariscenti, i ragazzi, la prima volta, il sesso… Ma vivere intensamente i diciotto anni non è semplice, se i tuoi genitori decidono di divorziare e tu sei costretta a trasferirti in un altro Stato. Su un’isola abitata solo da cavalli e trentuno persone. Letteralmente. Il mondo di Claudine crolla come il più instabile dei castelli di foglie. Non ha più radici, e i legami più importanti della sua vita sono spezzati. Ha capito che niente dura o vale la pena di essere amato. Non aveva calcolato che, tra quei trentuno isolani, potesse incontrare qualcuno come Jeremiah, armato di spray anti zanzare e pungente sarcasmo. Ma i rapporti sono imprevedibili, Claudine lo sa: non puoi affidarti all’altro per respirare, perché all’improvviso potrebbe lasciarti. Forse però l’estate della maturità è anche questo: rischiare, ed essere pronti a ricominciare. Nel suo romanzo più intimo e toccante, Jennifer Niven racconta i desideri e le pulsioni dell’animo in modo delicato e autentico, parlando direttamente al cuore del lettore.

Recensione

Chi è Claudine?
Una ragazza come le altre, con la voglia di godersi questa nuove estate pronta per nuove avventure, finalmente pronta per far sesso, cosi ne parla con la sua amica Saz il rapporto che hanno è stupendo e Claudine aspetta il momento perfetto per perdere la sua verginità. Si notano subito i suoi diciotto anni per la sua ingenuità con quel pizzico giusto di malizia appena nata, ma ancora vive nel suo mondo e non riesce a veder cosa succede al di fuori.
Al di fuori succede che la sua famiglia lentamente si sta sgretolando, il padre decide che ha bisogno di prendersi del tempo e dunque si distacca da lei e sua madre e ovviamente tutta l’estate di Claude è decisamente rovinata con un buco in pieno petto per questa strana decisione inizialmente non capita, pensa che sia colpa della madre e subito dopo magari colpa sua, deve far conto con tutte le paure che lentamente possono uscir fuori.

Rinunciare al suo viaggio estivo con la sua migliore amica sarà dura, ma preferisce partire insieme a sua madre per dargli supporto, dunque vanno lontano verso un isola sperduta quasi in mezzo alla natura dove ne i cellulari ne la linea internet va, insomma un buon metodo per allontanarsi da tutto, no? Così inizia questo mese di avventura. Poco dopo incontra Jeremiah, un ragazzo misterioso oserei dire, non lascia trapelare molto inizialmente, anzi sembra quasi che non sopporti la nostra Claude, ma davvero molto lentamente iniziano a fidarsi e capirsi, lui inizia a mostrargli il suo mondo e lei farà lo stesso, perchè è sempre bello condividere il proprio mondo.

Ammetto che inizialmente Claude mi sembrava superficiale, ma lentamente questo personaggio cambia si migliora diventando sempre di più matura, recuperando la fiducia verso gli altri e verso se stessa, questo è un libro che tocca varie tematiche, come la faticosa situazione di veder due genitori separati, che secondo me può ferire molto, dalle amicizie, come Saz che inizialmente può sembrare presa da altro e invece darebbe tutto per Claude, perchè le amicizie bisogna coltivarle e tornare indietro se si sbaglia, sul personaggio di Jeremiah non so, credo che in certi momenti non mi sia piaciuto particolarmente, anche Claude per certe cose, avrei voluto leggere qualcosa di più su di lui, qualche sfumatura in più.

Nel complesso mi è piaciuto, una lettura che in certi versi mi ha emozionata, mi ha fatto pensare e riflettere molto, soprattutto che in questo periodo dove manca tutto, anche respirare, dunque speriamo di ritrovare nuovamente il nostro respiro o stringere chi ci da il respiro.

Consiglio questa lettura!

Un abbraccio da Volpe.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...