Recensioni · Segnalazioni

Review Party “Fondazione. Il ciclo completo” di Isaac Asimov – Prima Fondazione.

Buongiorno lettori e lettrici.
Ecco la terza recensione per il mese di Asimov e finalmente iniziamo la trilogia!



Più continuo a divorarlo più voglio leggere tutto il ciclo.




Vi ricordo l’ordine:

Preludio alla Fondazione = Prelude to Foundation (1988)
Fondazione: Anno Zero = Forward the Foundation (1993, postumo)
Cronache della Galassia = Foundation (1951)
Il Crollo della Galassia Centrale = Foundation and Empire (1952)
L’Altra faccia della Spirale = Second Foundation (1953)
L’Orlo della Fondazione = Foundation’s Edge (1982)
Fondazione e Terra = Foundation and Earth (1986)

Iniziando dunque da i Prequel : “Preludio della Fondazione e Fondazione Anno Zero”, poi con la trilogia della Fondazione dunque :”Cronache della Galassia, Il crollo della Galassia Centrale, L’altra faccia della Spirale”; E in fine i Sequel della saga : L’Orlo della Fondazione e Fondazione e Terra.

Presentazione libro

Autore: Isaac Asimov
Titolo: Fondazione. Il ciclo completo
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 9 giugno 2020
Pagine: 1476 (collana Oscar Draghi)
Trama: Il ciclo originale della Fondazione venne pubblicato tra il 1951 e il 1953, subito acclamato come un capolavoro della fantascienza. Trent’anni più tardi tra gli anni ’80 e ’90 del novecento sono stati pubblicati i due romanzi che costituiscono il prequel della saga. Per la prima volta in questo volume è disponibile l’intera saga.

Trama Cronache della Galassia\ Prima Fondazione : L’Impero Galattico è avviato verso la decadenza; Hari Seldon, lo scienziato inventore della Psicostoria, ha però un suo progetto per limitare la fase della barbarie a pochi secoli. Il suo strumento sarà la Fondazione, un’Istituzione di scienziati enciclopedisti su un lontano pianeta. Il volume iniziale della Trilogia galattica, composta, oltre che da Cronache della Galassia, da Il crollo della Galassia centrale e L’altra faccia della spirale.


Recensione

Cronache della Galassia\ Prima Fondazione

Iniziamo questa nuova avventura con Gaal, un nuovo personaggio che naviga tra lo spazio ed ecco che ci troviamo nuovamente a Tramotr.
Ma chi è Gaal? Egli è un matematico che si reca a Trantor, per frequentare la famosa università dove lavora anche Hari Seldon, ed ecco che avvenne un incontro improvviso con il padre della Psicostoria.

Ma facciamo un recap, cos’è la Psicostoria?

In parole povere, la Psicostoria è il sistema matematico per analizzare la società umana e allo scopo di predire il futuro.

Immagini e gif animate di Pianeti ~ Gifmania

Gaal Dornick pensa che la Psicostoria sia una sorta di banca della matematica che studia le reazioni di un agglomerato umano a determinati stimoli sociali ed economici, tramite le statistiche.

Ma ben presto ecco che sia il professore Hari che Gaal finiscono nei guiai, cioè in prigione perché l’impero ancora rimane ben attento a ciò che dice Hari.
Lui aveva predetto che ben presto l’impero cadrà in rovina colto da rivoluzioni e che regnerà il caos su tutta la galassia, ma ancora si poteva salvare tutte le conoscenze dell’Enciclopedia Galattica, questo fece storcere il naso all’impero ma lo lasciarono libero per cercare di prevenire la caduta.

Dunque Hari sì rifugiò in un pianeta poco conosciuto chiamato il Terminus, situato all’estremità dell’aspirale galattica, un pianeta povero e poco conosciuto fino all’arrivo degli Enciclopedisti.

Tra politica e rivoluzione, mentre la Fondazione inizia a prendere lentamente forma, troveremo moltissimi altri personaggi da scoprire, come Mallow capo mercante, intento ad diventare capo della Fondazione mentre ancora le tracce dell’impero sono ben visibili.
A questo punto si scatena una guerra che durerà esattamente tre anni, ma Mallow riuscirà a prendere posto nella Fondazione vicino ad Hari Seldon?

Tanti colpi di scena, tanta voglia di leggere e immaginare la Fondazione che sì inizia a formare. E adoro Hari, mi piace tantissimo seguire il suo percorso, ormai sono una sua fan.
Questo libro da un pizzico d’azione alla trama rispetto ai Sequel letti prima, la scrittura di Asimov è sempre molto scorrevole, ma in alcuni punti ho sentito qualche blocco non difficile da superare, ma che ha reso la lettura un po’ meno scorrevole.
Detto ciò mi è piaciuto anche questo capitolo e sono pronta a leggere e recensire anche altri due libri della trilogia, dunque lettori e lettrici Asimov non finisce qui!

Un abbraccio.
Volpe.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...