Recensioni · Segnalazioni

Review Party : ” La grazia dei Re.” Di Ken Liu.

Buongiorno lettori e lettrici .Come vanno le vostre giornate? Io sono completamente immersa nella lettura e scrittura e si anche nei videogames, è importante unire le passioni e averne tante.
Oggi vi presenterò un libro da leggere tutto di colpo senza fermarsi ed è : La grazia dei Re.

Ken Liu

La grazia dei Re

L’Imperatore Mapidéré è stato il primo a unire i diversi regni dell’arcipelago di Dara sotto il dominio della sua isola d’origine, Xana. Dopo ventitré anni, tuttavia, l’Impero di Xana mostra segni di debolezza. Mapidéré è sul letto di morte, i suoi consiglieri complottano mirando ciascuno al proprio interesse, persino gli dèi sembrano adirati. Come se non bastasse, decenni di crudeli angherie e di dispotico potere hanno fatto sì che la popolazione non abbia nulla da perdere da una rivolta, ma molto da guadagnare.

È questo il mondo in cui vivono Kuni Garu, un affascinante perditempo poco propenso alla vita onesta, e Mata Zyndu, l’impavido figlio di un duca deposto, discendente di una nobile stirpe particolarmente colpita dalla ferocia di Mapidéré, che ha giurato di vendicarsi. Sembrano l’uno l’opposto dell’altro, ma durante la ribellione contro il potere imperiale i loro sentieri si incrociano in modo imprevedibile: diventano amici inseparabili, fratelli, e insieme combattono contro immensi eserciti, serici vascelli volanti, libri magici e divinità dalle forme mutevoli. Ma una volta che l’imperatore è stato rovesciato, Kuni e Mata si trovano a capeggiare fazioni rivali, con idee molto diverse su come si dovrebbe guidare il mondo, e su cosa sia la giustizia.

Votazione : 5.5\10

Recensione 




Quando tutto sembra perfetto, quando sembra che la guerra sia finita non è mai così, un mondo dove si vive di stenti, dove la popolazione non ha nulla da mangiare e cerca di recuperare come può, ecco dove vive il nostro Kuni Garu, un giovane scansafatiche che aspetta l’opportunità esatta per splendere, un giovane dai molti talenti e dai molti debiti.«Un grande guerriero non si affida alla sua spada, ma a se stesso. Quando possiedi la vera forza, puoi scagliare un colpo letale anche se tutto ciò che impugni è un filo d’erba.

…Fin quando non conobbe sua moglie Jia, una splendida donna dai capelli rossi, ho amato la loro storia, il come si riescono a capire, lei divertita dai modi di Kuni subito fu amore tra di loro, lei così abile con le erbe da affascinarlo, ma dopo poco dovette lasciarla per andare a combattere contro questa ribellione, diventando un bandito insieme a Mata che ben presto diventò come un fratello per Kuni, ma via via non riuscirono più a collaborare, certe azioni di Mata non convincevano Kuni e viceversa.

Il nono giorno e nono è il mese: gli altri son morti e io sono in fiore. A Pan spira il vento, l’austero paese: una tempesta d’oro, un aureo bagliore. Una fragranza gloriosa, che il cielo trafigge. Corazza lucente, che ogni occhio colpisce. Diecimila spade, volteggian senz’ onta per la grazia dei re, per lavare ogni colpa. Un patto leale, fraterno, ch’è un vanto. Chi teme l’inverno, se indossa un tal manto?


I due sì divideranno e da lì inizierà a sgretolassi il loro rapporto, credendo di non combattere più per la stessa causa, Kuni sì sentirà confuso dalla situazione, stanco di questa guerra toccherà anche il fondo arrivando anche a non riconoscersi più,cercando di sentirsi appagato in altri modi, cercando altre donne, grazie ai suoi amici riesce a ritornare sulla retta via, riesce a ricordare l’amore che prova per Jia, ormai anche incinta del suo primo figlio.

Molti contenuti, molti personaggi, alcuni vengono solo descritti come una sorta di contorno, altri invece più calcati da lasciar pur un ricordo nella mente del lettore; Ci son molti pro e contro, sono curiosa di leggere  il secondo libro di questa trilogia dalle note davvero particolari ma che non mi ha fatto impazzire.

https://media1.giphy.com/media/3otOKyzWIeA8B09ZNm/source.gif

L’ambientazione orientale fa sembrare il tutto come  un meraviglioso quadro, dove potremo vedere le gesti eroiche di donne, uomini, soldati e anche gli Dei stessi che si fanno la guerra tra di loro e’ un libro da assaporare un mondo dove l’onore è più importante della vita stessa, dove si vede il cambiamento del personaggio, una crescita di Kuni davvero strabiliante, si nota quando il personaggio sente ancora la tranquillità della giovinezza , fin quando lentamente inizia a diventare uomo in battaglia, questa crescita mi ha colpita.

In molti libri è bello leggere le sfumature di oggi personaggio e Ken Liu  ci è riuscito. In certi momenti l’ho adorato, in altri un pò meno, per colpa della lentezza in alcune parti e la fretta in altre, dunque non posso dire che sia una brutta lettura o un brutto libro anzi, dirò tutto il contrario, ma per ogni libro ci sono dei pro e dei contro soggettivi, questo ovviamente è sempre il mio parere più sincero, ma ugualmente lo consiglio!  

E non perdete le altre tappe del Review Party!



Un abbraccio.

Volpe!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...